“Lontane Americhe” – “Le giornate dell’ADA”. Cultura e promozione sociale protagoniste di un’iniziativa di grande successo

Un evento che rimarrà scolpito nella vita associativa e nella memoria dell’ADA.
La mostra dedicata all’emigrazione degli italiani oltreoceano, dal titolo “Lontane Americhe” si è conclusa con un  bilancio che, sia in termini di visite che attenzione mediatica, non avrebbe potuto essere più lusinghiero: l’Espresso, Il Tempo, Il Secolo d’Italia, L’Unione Sarda, La Repubblica e Raiuno  hanno dedicato ampi spazi all’evento, sottolineandone la valenza sociale, oltre che culturale.
L’evento di chiusura è stato un bellissimo concerto, presentato dall’attore e fantasista Giancarlo Ratti, che ha visto l’esibizione del gruppo vocale maschile romano “I Dodecafonici” e del Coro “Mani Bianche” , composto da bambini e ragazzi con deficit uditivi, visivi, cognitivi e motori, del tenore Francesco Giannelli, del soprano Rossella Ruini e della pianista Edina Bak.
Il momento musicale è stato seguito da un’emozionante cerimonia di consegna delle targhe ricordo.
Un altro momento particolarmente significativo è stato rappresentato dall’acquisto simbolico, da parte della fondazione italo – americana “NIAF”, di mille tessere della Federazione Nazionale ADA.
Congiuntamente alla chiusura della mostra, si è concluso il ciclo delle “Giornate dell’ADA”, contenitore collaterale di eventi, tavole rotonde e dibattiti che hanno accompagnato lo svolgimento dell’esposizione, resa possibile grazie all’impegno dell’ADA Lazio e, naturalmente, di Francesco Nicotra,  ideatore e curatore di “Lontane Americhe” e vice presidente NIAF Italia.
Nell’ambito delle Giornate, inoltre, alcuni momenti sono stati dedicati al tema della prevenzione degli infortuni domestici e agli screening gratuiti per controllare la salute; nel corso  del ciclo di incontri, inoltre, è stato illustrato il progetto “Un ponte per Lampedusa” “Stadio Lampedusa – Uno Sportello Sociale per Lampedusa” che vedrà la Federazione Nazionale ADA impegnata, congiuntamente all’ADA Sicilia, in un’azione di sostegno alla costruzione della struttura nell’ isola, finalizzata al dialogo multiculturale e intergenerazionale.
Le alte finalità educative della mostra e delle Giornate sono state oggetto di attenzione da parte delle scuole: per citarne solo alcune, il Liceo Linguistico “L.Anneo Seneca” , il Centro di Formazione Professionale “Simonetta Tosi” di Roma e l’Istituto Comprensivo “Padre Pio” di Sacrofano, in provincia di Roma, che hanno visitato gli spazi dell’Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio, dove si è tenuta la manifestazione.

Nel corso della giornata di chiusura, che ha visto i saluti di esponenti dello Stato Maggiore dell’Esercito, sono intervenuti, tra gli altri, il presidente regionale dell’ADA Lazio Francesco Saverio Crostella e l’attore Antonio Zequila, autore del libro “Il pescatore di Amalfi”, presentato nell’occasione.
Le conclusioni sono state affidate al presidente della Federazione Nazionale ADA Alberto Oranges, che ha ringraziato tutti coloro che, a vario titolo, hanno contribuito alla realizzazione dell’evento.